English English
Français Français

CARAIBI A VELA Siamo nati con la volontÓ di aggregare persone con il comune interesse per i viaggi

 
Domenica 24 Settembre 2017 - 23:15




 Grecia-Isole Ioniche

GRECIA - ISOLE IONICHE

Da Corfù in barca a vela si raggiunge quindi Paxos. Un rifugio ricoperto di boschi, l’ideale per trovare un po’ di serenità e di riposo. Un "piccolo - grande" giardino fiorito. Sensazionali scogli bianchi e splendide coste dalle acque trasparenti, piccoli golfi e grotte marine.
È la più piccola “grande” isola del mare Ionio, con una superficie di appena 25 Kmq ed una linea costiera di 46 Km. Si trova a 4 miglia Sud di Corfù e la sua storia è strettamente legata a quest’ultima. In un mito, infatti, le due isole sono riportate unite, per essere divise dal tridente del dio del mare, Poseidone. Tutta l’isola è un meraviglioso piccolo mondo, che dà l’impressione di uno sconfinato oliveto. Ha bellissimi villaggi e splendide spiagge, col risultato che si è sviluppata in un’importante meta turistica della zona. Nel 2004 è stata proclamata Villaggio Culturale d’Europa.
Capoluogo e porto dell’isola è Gaios,(sulla costa sud-orientale), situato nella parte più interna di un golfo chiuso, protetto dalle lussureggianti isolette di Haghios Nikolaos e Panaghia. In estate viene invasa da yachts e altre imbarcazioni. Un notevole interesse presentano la chiesa degli Haghii Apostoli, con importanti affreschi, e il monastero della Panaghia, sull’omonima isoletta. Inoltre nell’isoletta di Haghios Nikolaos si trovano il castello veneziano (1423) e accanto un mulino a vento dello stesso periodo. Di notevole interesse è il Museo del Folclore, che ha sede in un edificio del XVII secolo.
Con una breve crociera in barca a vela si raggiunge, a 3 miglia da Gaios, Antipaxos, un’isola piena di vigneti. Ha spiagge meravigliose con trasparenti acque verdi azzurre e un fascino esotico. Vrika e Vountoumi sono le più frequentate; solitarie sono solitamente quelle con ciotoli di Rodovani e di Sarakiniko.

 

Lefkas

Lefkada o Leucade è la quarta isola dell’arcipelago ionico per grandezza. Offre numerosi e buoni ancoraggi lungo la costa orientale e meridionale. Da visitare sono almeno tre. Il capoluogo Leucade, ottimo come punto di partenza visto le vie di collegamento con il continente. A circa 10 miglia di navigazione, molto confortevole solitamente con vento in poppa e mare piatto, si entra nella grande baia di Viliko. All’interno di questa incredibile baia si è sicuri dal cattivo tempo come se ci si trovasse nel migliore dei porti. Ovunque il fondo, che varia dai 10 ai 6 metri, è buon tenitore, fango e alghe trattengono l’àncora che, una volta sicuri che abbia preso, non vi tradirà mai. Profonda poco più di un miglio, la baia di Viliko ospita un paio di cantieri navali che possono anche alare yacht di grandi dimensioni.
Almeno cinque ottimi ancoraggi dove trascorrere alla fonda la notte. Tra questi, il migliore si trova proprio davanti alla cittadina di Nidri, una piccola insenatura come si entra all’interno della baia sulla sinistra, il suo nome è già una garanzia, “tranquil bay”. Con il tender si può scendere a terra e passeggiare tra gli ulivi secolari e altissimi cipressi. Per visitare il paese, conviene invece attraversare il canale d’ingresso della baia (circa 200 m) e legare il tender lungo la banchina interna dove si trovano le barche dei pescatori locali. Chi, invece, preferisce ormeggiare in banchina, il molo della cittadina di Nidri offre numerosi posti disponibili per le barche in transito. Ottima possibilità di rimpinguare la cambusa con frutta e verdura fresca e a buon mercato. Molti i minimarket che vendono prodotti alimentari per tutti i gusti. I prezzi sono tutti allineati e non vi è distinzione tra i più vicini alla banchina o i più lontani. Possibilità di reperire camping gas nei due ferramenta locali ed effettuare ogni tipo di riparazione presso i vicini cantieri navali.

Itaca

Un'isola famosa dall'Odissea di Omero è Itaca. Nonostante sia un'isola piccola e montuosa le sue baie incantevoli la rendono un piccolo paradiso terrestre. La costa occidentale dell'isola, scoscesa e quasi nuda, crea un contrasto con la costa verdeggiante della parte orientale, che scende dolcemente verso il mare.
Escursioni verso borghi marini tradizionali, dall'intenso colore caratteristico delle isole della Grecia ionica, visite al monastero medievale di Taxiarchon (degli Arcangeli), ma anche a grotte magnifiche da scoprire. La verdeggiante Itaca, un posto prediletto, con belle spiagge e paesini tranquilli, l’ideale per una vacanza indimenticabile.
SOLO IN QUALCHE OCCASIONE DI GRANDI NAVIGATORI ED ESPERTI A BORDO SI RAGGIUNGE ANCHE...

Cefalonia

Cefalonia è la più grande delle isole della Grecia ionica. Le nostre barche a vela navigheranno tra acque dal blu profondo in cui si perdono le verdeggianti rupi scoscese. Paesi pittoreschi e splendide cittadine con case signorili o "umili" casolari e, nelle vicinanze, ricordi bizantini e spiagge famose, caratterizzano l’isola dei contrasti.
Il capoluogo è Argostoli, con le sue famose "katavothres" (canali sotterranei naturali), li dove l'acqua dei mare penetra nel suolo per riapparire nelle "ferite" della terra, nelle voragini delle sue viscere, creando un raro fenomeno geologico. I raggi del sole affondano perpendicolarmente nelle acque limpide dei lago di Melissani (un'abissale grotta lacustre), unica nel suo genere, dove i colori creano immagini magiche. Droggorati, grotta ricca di stalattiti e stalagmiti dalla rara bellezza, e infine il verdissimo Fiscardo, lo splendido borgo tradizionale con il suo bel porticciolo dove trascorrere tranquillamente la notte a bordo della vostra barca a vela.

Zante

L'isola più meridionale dello Ionio, dalla forma quasi triangolare, è l’idilliaca Zante, che incanta il visitatore in un modo speciale, rimanendo impressa nella sua mente. Il suo mare color smeraldo, suoi monti ricoperti di pini e i suoi abitanti ospitali e generosi non si possono dimenticare facilmente.
In alto, sopra la città odierna, begli edifici dalla caratteristica architettura di Zante, piazze e il castello veneziano; e ovunque chiese, nella città di San Dionisio, il patrono dell'isola. Piccoli caffè e paesi pittoreschi, tra ulivi e mandorli, dentro o intorno a campi con vigneti e ortaggi. Numerose sono le spiagge sabbiose dalle acque limpide e tranquille da raggiungere con la vostra barca a vela. Lì, in una di queste, si possono incontrare le tartarughe marine Caretta-Caretta, un po' prima di passare di fronte per conoscere le belle isole Strofadi.
Citera, la verdeggiante isola all'estremo sud est del Peloponneso, contornata da spiagge estese e da acque trasparenti, offre un entroterra suggestivo ricco di borghi tradizionali, castelli, monasteri e chiese
Versione Stampabile